Crea sito

Sarzana vince soffrendo contro il Valdagno e consolida il quarto posto

18:00

Una vittoria tanto larga nel primo tempo quanto sofferta nella ripresa. Quella del “Polivalente“ tra Credit Agricole Sarzana e Why Sport Valdagno è stata la partita dai due volti: il primo nettamente a favore dei rossoneri di Alessandro Bertolucci che l’hanno chiuso sul 3 a 0, il secondo sicuramente appannaggio del Valdagno che ha avuto anche più di un’occasione per pareggiare. In ogni caso il 3 a 2 conclusivo a favore di Borsi e compagni è un ottimo risultato che alza le quotazioni di Credit Agricole in chiave quarto posto. Tanta felicità e soddisfazione nelle parole del Presidente Maurizio Corona al termine del sofferto incontro vinto contro il Valdagno. Un match che dopo in primo tempo dominato largamente da Credit Agricole ha visto nella ripresa il calo dei giocatori rossoneri con il Valdagno che ne approfittava per prendere con decisone in mano le redini del gioco accarezzando la rimonta, ma ancora una volta il gioco e il cuore Sarzana della formazione di Alessandro Bertolucci avevano la meglio. Le vittorie più belle sono quelle sofferte. Ci abbiamo creduto tanto, meritavamo la vittoria, sapevamo che era una squadra con tanta qualità. Ora vogliamo tenerci stretto questo quarto posto -dice il Presidente Corona – i veneti dopo la nostra vittoria di questa sera sono a sette punti da noi e abbiamo lo scontro diretto a nostro favore. Il Valdagno è una squadra forte, con grande qualità, una squadra quella di Diego Mir che ha dominato il girone d’andata e per quanto la gara si fosse messa molto bene all’inizio ero certo che avremmo dovuto soffrire – continua il Presidente – La cosa migliore sarebbe stato prendere il largo nel primo tempo nel momento che loro erano alle corde e certamente il tiro diretto e il rigore falliti dai nostri tiratori hanno pesato nell’economia della nostra partita. Loro sono stati molto bravi nell’intervallo a ricaricare le pile e nel secondo tempo si è subito visto che erano decisi a riprendersi la gara, ma dopo le loro due reti i ragazzi sono stati straordinari a conservare il vantaggio sino al suono della sirena in una situazione difficile e contro un Valdagno forte e motivato. Noi stiamo facendo una stagione incredibile, qualcosa di veramente fantastico – conclude il Presidente – e ora senza più nascondersi il nostro obiettivo è il raggiungimento del quarto posto al termine della stagione regolare, mercoledì giocheremo contro il Trissino nell’anticipo della 22° giornata in diretta televisiva al Vecchio Mercato per provare a raggiungere i Trissinesi al terzo posto. Una sfida inimmaginabile ad inizio stagione, contro una squadra che è una corazzata piena zeppa di campioni. Una sfida che ci dà grande adrenalina e ci riempie di stimoli. Una cosa è certa giocheremo a viso aperto come abbiamo sempre fatto e come è il credo di mister Bertolucci. “Sono soddisfatto perchè abbiamo conquistato la vittoria anche soffrendo. Alessandro Bertolucci fa eco al Presidente e commenta così la vittoria “Per me è stata una prestazione buonissima, abbiamo dato prova di saper lottare perchè stasera il Valdagno ci ha messo in difficoltà più volte nella seconda parte di gara. Loro hanno giocatori importanti e giovani interessantissimi e di qualità, noi abbiamo saputo sacrificarci e soffrire, questo mi soddisfa come prova caratteriale. Poi chiude parlando della sfida di mercoledì contro il Trissino. Mercoledì sarà una partita che dobbiamo prendere sotto l’aspetto sia fisico che mentale come è nelle nostre caratteristiche, sappiamo che il Trissino è una grandissima squadra, una squadra costruita per vincere il titolo e noi sappiamo che lo dobbiamo affrontare limitando al massimo le sbavature e usando testa e cuore”. Ma veniamo alla cronaca della gara: mister Diego Mir, si presenta al Vecchio Mercato con l’organico al gran completo e schiera il suo starting-five titolare con capitan Mattia Cocco e l’angolano Centeno sulla linea difensiva insieme alla coppia d’attacco tutta vicentina composta da Clodelli e Brendolin con Bruno Sgaria a difesa della porta con a disposizione De Oro, Sillero, Mir, Burtini e il secondo portiere Fongaro. Alessandro Bertolucci risponde con Corona, Galbas, Ipinazar, Borsi, e Rossi. Il primo tempo dei sarzanesi è stato a dir poco sontuoso. I giocatori di Alessandro Bertolucci hanno giostrato meravigliosamente bene, meritando molto più del 3 a 0 che si è concretizzato. Al 7’,25” rossoneri in vantaggio su tiro di punizione dal limite Galbas tocca per Borsi che lascia partire una sassata che si insacca all’incrocio alla destra di Sgaria. Passano trenta secondi e per un fallo in area subito da Rossi gli arbitri decretano un tiro di rigore, si incarica della battuta Borsi ma Sgaria di supera e respinge. Al 13’,33” Sarzana raddoppia con una magia in girata di De Rinaldis pescato in area da un delizioso assist di Galbas. Neanche un minuto e Galbas trova il 3 a 0 finalizzando un contropiede spettacolare innescato da Osorio e battendo Sgaria con un tocco di precisione. La gara continua con un susseguirsi di emozioni al 15’,47” espulsione di De Oro per fallo su Rossi tiro di prima affidato a Osorio ma Sgaria è molto bravo a parare, durante il power play è lo stesso Rossi a finire sotto le forche caudine arbitrali per un fallo su Cocco. Tiro di prima affidato a Clodelli ma Corona para e resiste al susseguente power play. Ancora portieri sugli scudi sino al suono della sirena finale che manda le squadre negli spogliatoi con il Sarzana in vantaggio con il punteggio di 3 a 0. La ripresa è un’altra gara, improvvisamente, la lampadina di Credit Agricole si è spenta. Rossoneri molli al rientro e ospiti decisi a riprenderla. Invece, dopo due minuti circa di gioco, Gaston “Tonchi“ De Oro trova il modo di riaprire clamorosamente la partita. L’italo-argentino è protagonista di una zione straordinaria: toglie la palla a Borsi lanciato verso la porta di Sgaria, va in transizione e fulmina Corona. Dopo la rete il gioco resta saldamente nelle mani dei veneti che costringono Corona ad un superlavoro. All’33’28“ il Valdagno si guadagna un rigore per un fallo di pattino di Ipinazar in area va alla battuta Centeno, Corona respinge ma riprende la sfera ancora Centeno che fa secco l’estremo difensore sarzanese. Sotto di un gol Valdagno da tutto, i due portieri salgono in cattedra, Corona si supera nell’assedio veneto e Sgaria da parte sua è fenomenale nelle ripartenze dei padroni di casa. Al 39’,34” decimo fallo da parte della formazione Valdagnese, con conseguente tiro diretto a favore dei Sarzanesi, si incarica della battuta Ipinazar che si incarta e si porta la sfera a lato con la complicità di Sgaria. Passa poco più di un minuto che il decimo fallo arriva dalla parte opposta va al tiro per la formazione laniera capitan Cocco ma Corona si supera e sventa. Finale convulso con i vicentini a testa bassa verso la porta di Corona, comunque, al di la del gioco espresso dal Valdagno, i sarzanesi hanno avuto le loro buone occasioni per allungare. A 2 minuti e mezzo dal termine, rossoneri potrebbero chiudere la partita con un rigore concesso per un atterramento di Rossi in area si incarica della battuta Galbas che mette però la sfera a lato. Ancora emozioni ma il punteggio non cambia più. Mercoledì al Vecchio Mercato arriva il Trissino, in palio il terzo posto.

CREDIT AGRICOLE SARZANA – WHY SPORT VALDAGNO = 3-2 (3-0, 0-2)
CREDIT AGRICOLE SARZANA : Corona, Borsi (C), Galbas P, Rossi, Ipinazar – De Rinaldis, Osorio, Angeletti, Del Gatto, Bianchi – Allenatore: Alessandro Bertolucci
WHY SPORT VALDAGNO : Sgaria B, Brendolin, Cocco (C), Clodelli, Centeno – De Oro, Mir M, Sillero, Burtini, Fongaro – Allenatore: Diego Mir
Marcatori: 1t: 7’25” Borsi (S), 13’33” De Rinaldis (S), 14’29” Galbas J (S) – 2t: 1’50” De Oro (V), 8’31” Centeno (V)
Espulsioni: 1t: 15’47” De Oro (2′) (V)
Arbitri: Alessandro Eccelsi di Novara e Claudio Ferraro di Bassano (VI)

Ufficio Stampa Hockey Sarzana
Foto Luciana Catagna

Go to Source
Author:

Translate »