Crea sito

Il Rookie Watch di week 10 NFL

15:05

Nella decima puntata di Rookie Watch ,la rubrica settimanale di Huddle Magazine in cui analizzeremo la prestazione e la crescita di tre rookie NFL, parleremo di tre giocatori offensivi: il WR dei Colts Michael Pittman Jr, che sta piano piano scalando le gerarchie della depth chart di Indianapolis, e sta diventando sempre di più il target preferito di Philip Rivers, Tee Higgins, WR dei Cincinnati Bengals, sempre più in sintonia con il suo QB Joe Burrow e di Salvon Ahmed, RB dei Dolphins che domenica ha trovato il primo TD fra i professionisti ed è stato l’alternativa principale a Tua nella vittoria contro i Los Angeles Chargers.

Michael Pittman Jr
7 ricezioni per 101 yard, 1 corsa per 21 yard

Nella vittoria di domenica degli Indianapolis Colts contro i Titans, Pittman ha giocato sicuramente la sua miglior partita da quando è fra i professionisti. Dopo un infortunio alla gamba che lo aveva costretto a saltare tre partite consecutive nel mese di Ottobre, Pittman sta migliorando giornata dopo giornata: settimana scorsa nella sconfitta contro i Ravens erano arrivate 56 yards su ricezione, mentre questa settimana le yards sono state ben 101. Quello che impressiona di più di Pittman è la sua velocità rispetto alla sua stazza, come si è visto in occasione della sua corsa da 21 yards arrivata nel 3° quarto, che ha avvicinato i Colts al TD, trovato poi con la corsa di Nyheim Hines. Le migliori azioni della sua partita, oltre alla già citata corsa da 21 yards, sono le due ricezioni da 30 e 40 yards arrivate nel secondo e nel quarto quarto: la prima arriva dopo un perfetto taglio diagonale del WR ex USC, che si trova wide open e riceve il lancio di Rivers, guadagnando anche 10 yards dopo la ricezione; la seconda invece è per gran parte merito di Pittman che riceve il passaggio di Rivers sul corto e guadagna ben 40 yards, avvicinando i Titans al TD del definitivo 34-17.
Pittman sembra essere tornato al meglio dopo lo stop di Ottobre e sembra avere buone possibilità di diventare il definitivo WR #2 nella depth chart di Indy dopo la stella T.Y. Hilton; Rivers farà sicuramente affidamento su di lui sempre più costantemente, cercando di raggiungere i playoff con i Colts.

Tee Higgins
7 ricezioni per 115 yard e 1 TD

Domenica i Cincinnati Bengals hanno trovato la sesta sconfitta stagionale, una bella batosta contro gli Steelers ancora imbattuti, che hanno vinto in trasferta 36-10; l’unico TD dei Bengals è stato segnato dalla coppia Joe Burrow – Tee Higgins. Si perché se sicuramente le luci della ribalta le ha addosso il rookie QB, il suo compagno di reparto Higgins sta dimostrando sempre più qualità; per la seconda volta nelle ultime quattro partite (l’altra volta era successo nella sconfitta contro i Colts di week 6, in cui con 125 yds ricevute Higgins era risultato il receving leader della partita ndr) il WR proveniente da Clemson ha superato le 100 yards guadagnate su ricezioni, con 115 yards ricevute su 7 ricezioni contro la secondaria di Pittsburgh. La migliore azione della partita di Higgins arriva sicuramente nel 2° quarto, ed apre le strade al TD del WR: 1st&10 dalle 24 yds difensive di Cincinnati, Burrow riceve lo snap, Higgins si libera con una finta della non eccessiva marcatura di Sutton, CB di Pitts e si ritrova wide open per il lancio di Burrow, conquistando così 54 yards.
Il TD arrivato domenica è il quarto TD stagionale per Tee Higgins, ed il continuo miglioramento della sua sintonia con Joe Burrow, anche lui al primo anno fra i professionisti, sono sicuramente una delle poche note positive della stagione dei Bengals, con un record attuale di 2-6-1 e sempre più lontani da quel sogno playoff che aveva fatto riaccendere la passione dei tifosi dopo la deludente stagione passata.

Salvon Ahmed
21 corse per 85 yard e 1 TD

Nella sorpresa Miami, alla quinta vittoria consecutiva, ha iniziato a farsi vedere anche Salvon Ahmed: l’undrafted RB ha infatti giocato la sua seconda partita in NFL, dopo l’esordio di week 9 contro i Cardinals. Nella sua seconda partita fra i professionisti Ahmed ha trovato anche il suo primo TD: gran merito è da dare alla difesa di Miami, che prima costringe i Chargers al 4° down, e poi blocca addirittura il tentativo di punt di Long, permettendo così al suo attacco di ripartire con il pallone in mano ad una sola yard di distanza dall’endzone. Ahmed non spreca l’occasione ed al primo tentativo trova il TD del 7-0 Dolphins con la corsa da 1 yard. La partita del RB proveniente dagli Washington Huskies per cui ha giocato al college continua senza errori, e la corsa da 18 yards arrivata nel corso del drive del secondo TD Dolphins è la sua migliore azione.
Le ventuno portate finali di Salvon Ahmed sono sicuramente derivanti dal fatto che il RB titolare, Breida, sia ancora infortunato, ma sicuramente il rookie troverà sempre più spazio da qui alla fine della stagione, con i Dolphins che puntano sempre più forte ai playoff, e le prossime partite saranno decisive per le possibilità di accesso alla post season della franchigia della Florida.


Go to Source
Author: Luca Belli

Translate »